Navigation Menu
Bocca dell’Inferno – Cascais

Bocca dell’Inferno – Cascais

Bocca dell'Inferno

La Bocca dell’Inferno, o meglio in lingua portoghese Boca do Inferno, si trova nei pressi di Cascais, nel distretto di Lisbona, ed è un sito naturalistico davvero spettacolare e di incredibile suggestività. Si tratta di una grotta marina naturale, in parte visibile anche dall’esterno, ed in parte che prosegue nei menandri sotterranei della scogliera a cui è associata una delle più antiche leggende locali. Si dice che nei giorni di forte burrasca, quando il vento ulula e la pioggia scroscia, dall’interno della Bocca dell’Inferno provenga un’eco che assomiglia alla voce di un demone; una voce talmente profonda e seducente che spingerebbe gli ignari marinai a cercare riparo proprio nella grotta, da cui, però, mai nessuno sarebbe riuscito ad uscire.

La leggenda si arricchisce poi con una incredibile sparizione, avvenuta nel XX secolo, ed per essere precisi nel 1930, quando nei pressi della grotta fu ritrovata una lettera ed il portasigarette del famoso occultista Aleyster Crowley, del quale però si persero le tracce per giorni; davvero sembrava sparito nel nulla. Le testimonianze della sparizioni di Crowley si devono al famosissimo scrittore spagnolo Fernando Pessoa, che avrebbe trovato in prima persona la lettera ed il portasigarette citato. Aleyster Crowley che era da qualche giorno a Lisbona proprio per incontrare Pessoa, si era presentato con una misteriosa compagna che nessuno aveva mai visto prima, e che nessuno vide mai dopo quella misteriosa sparizione. Le autorità portoghesi, unitamente a quelle inglesi, aprirono subito un inchiesta per probabile suicidio od omicidio, e lo stesso Pessoa era uno dei principali sospettati. Crowley riapparve poi, quasi dal nulla, alcuni giorni dopo, ma qui le fonti si fanno contraddittorie: c’è chi lo vuole riapparso a Londra che in Germania; ad ogni modo della propria misteriosa compagna nessuna traccia e nessuna menzione.

Al di là della leggenda, e dell’episodio relativo ad Aleyster Crowley (che le autorità poi considerarono uno scherzo di cattivo gusto, ma ben riuscito organizzato dagli stessi Crowley e Pessoa), una visita a Cascais ed in particolare alla Bocca dell’Inferno merita sicuramente un minimo di attenzione se siete nei pressi di Lisbona in vacanza; sia l’accesso via mare, che rimane il più suggestivo, sia il panorma dall’alto, facilitato da ampi parcheggi nei pressi della scogliera renderanno una sosta di qualche ora in questa zona davvero indimenticabile

 

Post a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *